La parola segreta

Durante i corsi di inglese alla Medialuna, mi sono accorta di come i bambini siano riluttanti a partecipare ad una qualsiasi attività se questa viene proposta in modo tale da ricordare le ore scolastiche…lungi da me, sono le 5 del pomeriggio e di scuola ne hanno già fatta parecchia. Del resto basta poco per aggirare l’ostacolo: invece del “facciamo un dettato“, basta un “dividiamoci a squadre e vediamo chi fa meno errori…vi dico io cosa scrivere!“…e i giochi sono fatti! Anzi, mi chiedono il bis, e poi la rinvicita!

parola segreta

L’altro giorno, dopo sessioni di flashcard a squadre (le rivincite non finiscono mai!), abbiamo introdotto un nuovo gioco. Semplicissimo: un barattolo vuoto, dei bigliettini su ciascuno dei quali era stata scritta una parola già studiata, un bambino pesca e fa lo spelling della parola segreta (“segretissima, attenzione che gli altri non la vedano!”)…e vediamo chi indovina di che parola si tratta! Poi, visto che gli animi sono accesi, ci si inventa una frase che contenga la parola pescata…”chi ha capito cosa vuol dire?!”

Risultato: “Facciamo un’altra partita?!

Quanto siete belli bambini! Sarete anche la generazione nata con la tecnologia in mano, ma è sempre bellissimo vedere come la semplicità continua ad affascinarvi…forse siamo noi grandi che spesso ci dimentichiamo di offrirvela!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...